domenica 16 dicembre 2012

L'AVVENTO DEI LIBRI. GIORNO 16

Altan, 50 Storie e Fumetti di Pimpa,
© Franco Cosimo Panini Editore, Modena, 2012

Francesco Tullio Altan (Treviso, 30 settembre 1942) è uno dei più grandi fumettisti, disegnatori, sceneggiatori, autori satirici italiani e autori per l'infanzia. Figlio del grande antropologo friulano Carlo Tullio Altan, inizia gli studi all'Istituto Universitario di Architettura di Venezia che non porta a termine per dedicarsi al cinema e alla televisione nel ruolo di scenografo e sceneggiatore. Nel 1970 si trasferisce a Rio de Janeiro, dove crea il suo primo fumetto per bambini pubblicato da un quotidiano locale. Nel 1974 Altan inizia a collaborare come fumettista per alcuni giornali italiani. Sulle pagine di "Linus" prende vita il personaggio di Trino, un dio impreparato che si affanna nella creazione del mondo. Il 1974 è anche l'anno in cui nasce Pimpa, in coincidenza con il suo ritorno in Italia, uno dei suoi personaggi più riusciti e famosi, che sarà pubblicato dal 1975 sul "Corriere dei Piccoli" e che diventerà uno dei character più amati dai bambini di tutto il mondo. Dal 1994 un'importante sezione del catalogo della casa editrice Franco Cosimo Panini è dedicata alla Pimpa: per i più piccini ci sono i libri che stimolano il gioco, i robusti cartonati di grande e piccolo formato, narrative con storie semplici, albi di attività e libri con DVD. Nel 1983 la Pimpa arriva come cartone animato in TV per la prima volta con la regia di Osvaldo Cavandoli e vi torna con una seconda serie nel 1997 con la regia di Enzo D'Alò. Il cartoon è attualmente trasmesso sulle reti RAI in diversi paesi, non solo in Europa, e ha vinto anche il Premio Internazionale "Cartoons on the Bay" per poi essere raccolto e messo in vendita in diversi DVD. Ora Altan stesso ha diretto una terza serie che la Rai Yoyo manda in onda dall'autunno 2011. Pimpa è anche una rivista mensile nata nel 1987 ricca di storie, rubriche e attività. Nel 2010 Pimpa è entrata anche nel mondo digitale con le applicazioni per iPad a misura di bambino con giochi interattivi e tanti contenuti speciali. 
La Pimpa non è il solo personaggio per bambini creato da Altan. Oltre a lei infatti, ci sono Kika  (la serie "Il primo libro di Kika" è pubblicata da Edizioni EL), Kamillo Kromo (Einaudi Ragazzi) e Olivia Paperina (Franco Cosimo Panini Editore). Anche Kamillo Kromo, pubblicato da Fonit Cetra, vinse, come la Pimpa, premi internazionali, sempre con la regia di Enzo D'Alò e le musiche di Beppe Crovella; ora lo trovate nel catalogo della Gallucci editore (2010). Sempre per Einaudi Ragazzi ha illustrato diversi libri di Gianni Rodari. Altan è anche l'autore di storie a fumetti per un pubblico adulto come le storie del mitico operaio metalmeccanico comunista Cipputi e delle celebri parodie di personaggi famosi, tra gli altri Cristoforo ColomboCasanova Franz (parodia della vita di San Francesco d'Assisi). Decennale è la sua collaborazione con le riviste "L'Espresso", "Panorama" e ultimamente con il quotidiano "La Repubblica" per il quale disegna vignette di satira politica.

Altan
© tutti i diritti riservati

Ogni generazione ha le sue fortune. 
Una delle mia è stata quella, se eri lettore de "Il Corriere dei Piccoli", e spesso lo eri, di vedere la Pimpa fare la prima apparizione tra le sue pagine. Era il 1975, e io avevo 6 anni sapevo leggere e l'ho amata subito. 


© Il Corriere dei Piccoli

La Pimpa è il miracolo di quando nasce un personaggio destinato a diventare un classico, capace di affascinare bambini e adulti per ormai quasi quarant'anni, destinati a divenire molto di più. E io spero, ogni anno, insieme a molti, in prima fila IBBY ITALIA che ha sostenuto la sua candidatura, che venga assegnato l'"H. C. Andersen Award" o l'"Astrid Lindgren Award" ad Altan.
Mentre vi racconterò della Pimpa vi scriverò qui i perché che alimentano la mia speranza.

© Altan

La Pimpa è sopra ogni cosa la quintessenza dell'infanzia.
La cagnolina, disegnata a grandi pois rossi e con la lingua spesso a penzoloni, vive nella casa di Armando, un signore buono e accomodante dalla carnagione gialla che sfoggia due baffoni, un naso lungo, una grossa cravatta rosa e una bombetta verde e che nei confronti della Pimpa svolge una funzione quasi paterna. Il primo incontro fra i due avviene in un bosco: Armando, in cerca di fragole, scorge i grandi pallini della Pimpa, e scopre che la cagnolina sa parlare, è curiosa, simpatica e affettuosa. Armando invita a casa sua la nuova amica, e le mette a disposizione una stanza con un grande letto e una vivacissima trapunta multicolore. Boom!
Ora, ditemi, quale bambino non sogna ogni giorno di trovare qualcosa di speciale in un posto impensato. Un regalo tutto per lui. L'avverarsi di un incontro magico?
Una cagnolina "fantastica", dal colore improbabile del manto, che parla.
Ma quale bambino può resistere?
Alcuni autori, solo alcuni, riescono a vedere perfettamente quella cosa lì. Altri, bravissimi, la sfiorano, la lambiscono a volte la toccano, ma Altan è di quelli che la mette a fuoco alla perfezione. Da quella visione, dalla prima inquadratura di quella nascita, la vita delle Pimpa si muove dentro lo scenario dell'immaginario dell'infanzia. Come un nuovo Andersen, Altan rende animati tutti gli oggetti che abitano la vita quotidiana della cagnolina proferendo così una totale e pronta obbedienza alla fantasia.
Al contempo Altan ha saputo, come pochi, leggere in anticipo le pericolose derive della nostra società. Altan gioca con i bambini e mentre gioca con loro gli racconta di un mondo fatto di un intelligenza sensibile, dove i valori della lealtà e dell'amicizia trovano un posto sicuro, dove la terra, prima di divenire soggetto del tema ambientale moderno, è madre suprema da custodire e rispettare. E non lo fa seduto tenendo una lezione, lo fa mentre vola in aeroplano con la Pimpa fino in Africa, o naviga in barca fino all'Australia o parte con il razzo Egidio alla volta delle nuvole, in mezzo alle stelle su su fino alla luna. Lo fa a dispetto dei grandi, dell'Armando che ascolta la sua piccola amica con affetto incredulo, ogni volta, senza tenere conto dei numerosi souvenir che la Pimpa porta dalle sue avventure, come farebbe un papà, una mamma, un adulto insomma. Ogni sera Pimpa beve un bicchierone di latte e si mette a dormire, salutando gli oggetti attorno a sé e strizzando l'occhio a generazioni e generazioni di fidati bambini.


È con profonda gioia che con 50 storie a fumetti di Pimpa, un libro imperdibile, un vero regalo di compleanno, che raccoglie i fumetti più belli e le storie più curiose apparse sul giornale, festeggiamo i venticinque anni della rivista "Pimpa" nata nel 1987.



Altan, 50 Storie e Fumetti di Pimpa,
© Franco Cosimo Panini Editore, Modena, 2012


Altan, 50 Storie e Fumetti di Pimpa,
© Franco Cosimo Panini Editore, Modena, 2012

Altan, 50 Storie e Fumetti di Pimpa,
© Franco Cosimo Panini Editore, Modena, 2012

Ma le novità per questi festeggiamenti d'argento non finisco qui. 
Dal 21 dicembre la rivista della Pimpa diventerà anche un app in uscita ogni mese.


L'app della rivista Pimpa in uscita ogni mese
Pensata per i bambini dai 2 anni in su, è la prima rivista totalmente interattiva con:
2 fumetti parlanti
- 2 storie raccontate
- 7 giochi divertenti 

ogni mese su iPad e tablet Android.
Disponibile sui maggiori store di applicazioni:
App StoreGoogle PlaySamsung Apps.
L'app è tratta dalla rivista che da 25 anni continua ogni mese a presentare un percorso di narrazioni, giochi e attività ed è stata progettata da un team di eccellenza sotto la supervisione di esperti per l’infanzia del dipartimento di Scienze dell'Educazione dell’Università di Bologna.L'app della rivista Pimpa accompagna il bambino nel mondo della simpatica cagnolina a pallini rossi, non lasciandolo mai da solo. In ogni numero ci sono 2 storie a fumetti con le voci di Pimpa e dei suoi amici, 2 racconti da ascoltare, 7 giochi di abilità, labirinti, disegni da colorare, creare e... suoni, musiche e tanto altro ancora.L'app della rivista Pimpa è pensata per essere utilizzata dai bambini più piccoli sia in autonomia, sia in compagnia del genitore, favorendo momenti di condivisione con l'adulto e percorsi di sviluppo e consolidamento di abilità creative, cognitive e logiche. 


I FUMETTI PARLANTI PARLANTI
2 nuove storie

Le storie, scritte da Altan, raccontano le avventure di Pimpa e del suo mondo magico e colorato. 
Una stellina luminosa indica ai bambini come dare voce a ogni personaggio. Seguendo il suo percorso il bambino può leggere i fumetti, ascoltarli dalla voce di Pimpa e dei suoi amici, oppure dalla voce di mamma e papà.

GIOCHI INTERATTIVI
7 nuovi giochi


L'app della rivista è ricca di giochi stimolanti sempre in tema. 
Ogni mese ci sono diverse tipologie: giochi di associazione, di osservazione, disegni da colorare e da creare, labirinti, attività per divertirsi con suoni e musiche. La voce di Pimpa accompagna sempre il bambino.

IL RACCONTO A DISEGNI
1 nuova storia


Il racconto a disegni da ascoltare, leggere e toccare. Una storia che propone immagini e parole. Toccando le immagini il bambino scoprirà il nome di oggetti e animali in un gioco divertente di suoni e lettere che favorisce il momento del riconoscimento dell'alfabeto e quindi del linguaggio.

GLI AMICI DI PIMPA
1 nuova storia della buonanotte



Pensato per accompagnare il rito della nanna, il racconto è privo di elementi interattivi per favorire un momento di tranquillità prima della nanna.
Il racconto può essere letto dalla voce rassicurante di Armando o dal genitore.

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina